Il Progetto

Bus.Trainers. Sviluppare competenze verdi per i formatori del settore delle costruzioni è un progetto appartenente al bando 2016 del programma Erasmus + dell’Unione europea, nell’ambito dell’azione chiave 2 della cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche.

Identificazione del progetto: 57 5829-EPP-I-20 16-1-ES-EPPKA2-SSA.
Durata: 36 mesi, da dicembre 2016 a novembre 2019.
Budget: 968.645,00 €.
Coordinatore del progetto: Fundacion Laboral de la Construcciòn (Spagna).
Partners: Confederazione nazionale delle costruzioni -CNC- (Spagna), Istituto di Robotica e Informatica e Comunicazione -IRTIC- dell’Università di Valencia -UV- (Spagna), Associazione Nazionale Costruttori -Ance- (Italia), Formedil , Ente per la Formazione Professionale nel settore delle costruzioni (Italia), Centro per l’istruzione professionale e la formazione di edilizia civile e lavori pubblici del Sud -Cenfic- (Portogallo), Laboratorio Nazionale dell’Energia e della Geologia -LNEG- (Portogallo), Centro per le fonti energetiche rinnovabili e Saving -Cres- (Grecia), Istituto delle piccole imprese della Confederazione ellenica dei professionisti, artigiani e commercianti -IME GSEVEE- (Grecia), Agenzia di gestione intelligente dell’energia di Malta -MIEMA- (Malta) e The Gozo Business Chamber -GBC- (Malta).

L’obiettivo del progetto Bus.Trainers è quello di aumentare la competitività nel settore delle costruzioni, attraverso la promozione di abilità e competenze in efficienza energetica (EE) e sistemi di energia rinnovabile (SER) nei formatori dell’ istruzione e della formazione professionale (FP), in modo che questi formatori possano trasmettere le nuove competenze ai lavoratori e ai futuri dipendenti del settore.

I formatori professionali svolgono un ruolo cruciale nel trasferimento delle conoscenze ai lavoratori attuali e futuri del settore. Sulla base delle tendenze europee, lo sviluppo delle competenze dei formatori professionali nell’efficienza energetica e nelle energie rinnovabili è il progresso necessario per affrontare il debole legame tra istruzione e innovazione in EE e SER nel settore.

Creando una rete attraverso il progetto Bus.Trainers, le principali organizzazioni settoriali dei paesi del sud dell’Unione europea e i fornitori di istruzione nella formazione professionale creano un’alleanza che si impegnerà fermamente a promuovere queste nuove competenze, che dovrebbero coinvolgere gradualmente altri attori interessati.

Obiettivo generale e linee specifiche

L’obiettivo generale del progetto è sviluppare congiuntamente un sistema di formazione completo per formatori professionisti al fine di migliorare l’insegnamento nell’edilizia sostenibile, attraverso attività interconnesse.

Si chiede l’approvazione di un nuovo standard europeo per la qualificazione settoriale, l’istruttore dell’IFP verde in edilizia , seguendo la metodologia del Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente (Quadro Europeo Delle Qualifiche -EQF-), orientato ai risultati dell’apprendimento e sostenuto dai principi del Sistema Europeo Di Crediti Per L’istruzione E La Formazione Professionale (Sistema Europeo Di Crediti Per L’istruzione E La Formazione Professionale -ECVET-) e L’assicurazione Della Qualità Europea Nella Formazione Professionale Per L’istruzione Professionale -Eqavet-.

Allo stesso modo, vogliamo convalidare una certificazione delle competenze attraverso l’accreditamento “Green Tag”, garantito dalla specifica esperienza di apprendimento di Bus.Trainers o da precedenti conoscenze, e un protocollo d’intesa o un accordo multilaterale per promuovere il riconoscimento reciproco in diversi Stati membri dell’UE .

Durante il progetto, viene sviluppata una piattaforma collaborativa per costruire comunità e sostenere gli insegnanti nel loro continuo sviluppo professionale (apprendimento per tutta la vita), attraverso un corso di formazione aperto e innovativo con nuove tecnologie per computer e dispositivi mobili (app), disponibile in cinque lingue e con altri servizi e strumenti di orientamento professionale, archivi didattici, tutorial, ecc.

Il progetto puta a generare un impatto positivo sui centri di istruzione nell’istruzione e formazione professionale , al fine di migliorare la propria offerta di formazione; su apprendisti e lavoratori dell’istruzione e formazione professionale , che possono ricevere conoscenze aggiornate sulle competenze in materia di efficienza energetica e fonti rinnovabili; sulle aziende, che avranno lavoratori qualificati e competitivi; e sul resto dell’industria e degli utenti finali – i cittadini che riconosceranno il valore aggiunto della cooperazione tra gli agenti del settore e l’industria, nella progettazione e nell’esecuzione di programmi efficienti.

Riunioni del consorzio

  • Riunione di lancio: Madrid, 15 e 16 dicembre 2016.
  • Secondo incontro: Lisbona, 18 e 19 maggio 2017.
  • Terzo incontro: Atene, 6 e 7 novembre 2017.
  • Quarto incontro: Roma, 12 e 13 aprile 2018.
  • Quinto incontro: Malta, 9 e 10 novembre 2018.
  • Sesto incontro: Valencia.
  • Settimo incontro: Malta.
  • Ottavo incontro: Atene.
  • Nono incontro: Roma.
  • Decimo incontro: Lisbona.